sabato 11 gennaio 2014

GGJ 2014


Immaginate tanti ragazzi provenienti da tutta Italia (e non solo) ritrovarsi in un aula universitaria un freddo venerdì di fine gennaio. Immaginate questi ragazzi che fanno conoscenza parlando della loro passione e del desiderio di trasformarla in una vera e propria professione. Le ore passano e tutti gli studenti universitari, il personale, gli insegnanti vanno via ma i ragazzi sono ancora li che discutono, fanno amicizia e si scambiano idee e contatti. L’istituto chiude (riaprirà il lunedì successivo) ma loro sono ancora li.

Comincia a far buio ma questi non si accorgono di nulla. Ad un certo punto un tizio li richiama all'ordine e chiede a tutti di sedersi perché deve mostrar loro qualcosa. Il videoproiettore si accende e parte un video in cui una voce spiega:
“La Global Game Jam è un evento internazionale a cui chiunque può partecipare. Lo scopo è quello di realizzare in 48 ore un gioco in team e poterlo mostrare al mondo. Non costa nulla, non si vince niente e non c’è un vincitore. L’unico scopo è quello di conoscersi, condividere esperienze e conoscenze ma soprattutto divertirsi”.

Poi la voce si zittisce per qualche istante dopodiché annuncia che:  “Il tema di quest’anno è…” può essere qualsiasi cosa: una foto, una parola, una poesia, un suono.

I ragazzi si guardano a vicenda poi scatta la fase della creazione dei team. “Io sono un grafico”, “Io sono un programmatore, sto cercando un animatore”, “Io compongo musica, posso far parte del vostro team?”, …

Passa il tempo e vengono a costituirsi gruppetti di 5 o più elementi specializzati nei vari ambiti (la maggior parte di loro non sono professionisti ma solo appassionati) e prendono possesso del primo tavolo o postazione di fortuna che riescono a trovare. Per le prossime 48 ore quella sarà la loro base.

Inizialmente ogni gruppo comincerà a riflettere sul tema proposto e passeranno delle ore prima che si riesca a trovare un’idea decente che soddisfi tutti. Si scriveranno pagine e pagine di idee, si faranno schizzi, schemi, abbozzi di trama, prove e ricerche. Il tempo passa e mangiucchiando una pizza si faranno le ore piccole. Andare a dormire o rimanere svegli sarà a discrezione di chiunque, in ogni caso le ore di sonno saranno ben poche.

È già sabato. Il sole è appena sorto, sull'università deserta. Caffè, cornetto, un foglio in mano con l’idea del secolo ed un sorriso sulle labbra. La stanchezza non esiste. È tempo di cominciare.

Tutti seduti intorno al tavolo, ci si suddivide il lavoro ed ognuno comincia il suo.

Le ore volano e pian piano sugli schermi cominciano a delinearsi i primi tratti del progetto che si vuol realizzare. Centinaia di linee di codice vengono digitate, disegni, illustrazioni, suoni e musiche. Qualcosa comincia a prendere vita e forma.

Qualcuno comincia ad accusare un po’ di stanchezza, qualcun altro si concede un’oretta di riposo dentro al suo sacco a pelo disteso a terra tra e banchi e la cattedra, c’è chi passeggia per i corridoi, chi chiacchiera in cortile. “È sabato sera e invece di uscire con gli amici siamo all'università isolati dal mondo”.

Per alcuni sarà un’altra notte insonne, c’è troppo lavoro ed il tempo scarseggia. Caffè, bibite, zuccheri!!!
E in fine giunge l’alba dell’ultimo giorno. Alle 15.00 bisogna aver ultimato i progetti. I programmatori cominciano ad avere allucinazioni. Bisogna rifinire il tutto, rimuovere i bugs, testare, controllare di non aver dimenticato nulla. Il tempo è sempre più tiranno … qualcuno finisce tutto con un po’ di anticipo, altri modificano il gioco fino all'ultimo secondo, ma alla fine le 15.00 sono una liberazione per tutti.

Vengono presentati i giochi dei vari team. Si ride, si sbadiglia ma nessuno vorrebbe andar via.
Si rifanno gli zaini, ci si imbacucca e via verso la stazione. Ci si vede l’anno prossimo!!!


Quest’anno in Italia la Global Game Jam sarà a Catania, Roma, Torino, Milano, Genova
Questo è il sito ufficiale http://globalgamejam.org/

Per altre info, potete trovare gruppi su facebook o sulle pagine di chi organizza gli eventi.

Nessun commento:

Posta un commento