mercoledì 4 giugno 2014

Sondaggio di Giugno

Come avrete notato, da qualche mese a questa parte (anche più di qualche mese) la frequenza degli aggiornamenti e la nostra presenza  sui social è calata drasticamente, causa altri impegni tra cui la vana ricerca di un lavoro che ci permetta di sopravvivere.

Pur continuando a sperare in un domani migliore ci si scontra sempre con la dura e cruda realtà dei giorni nostri e della nostra società. Fare videogames non è facile (in qualsiasi luogo si viva) e trasformare questa attività in un vero e proprio lavoro (in Italia soprattutto) diventa quasi un’impresa impossibile.

Per quanto ci riguarda abbiamo sempre affrontato la cosa in modo alternativo. La passione per i videogames è stata (e forse sempre lo sarà) per noi intesa proprio come “passione” in senso stretto, senza mettere in ballo altri fini che non fossero il nostro ed il vostro intrattenimento (e speriamo divertimento). L’aspetto economico non ci ha toccati minimamente (per sua volontà) per cui forti del nostro credo: giochi (magari modesti e limitati alle nostre capacità e possibilità) gratis per tutti.

Dove possibile siamo ricorsi all’ausilio di banner pubblicitari all’interno delle applicazioni ma a condizione che non intaccassero lo spirito e il gameplay del gioco. Ovviamente questi strumenti ci permettono di ricavare cifre che coprono a stento il nostro fabbisogno di caffè giornaliero (un espresso liscio preso al banco a colazione). Ma non di solo caffè vive l’uomo quindi ecco il quesito (finalmente), più di uno in verità:

Abbiamo valutato i diversi servizi e le modalità di business che oggi vengono utilizzati in questo settore. Ce ne sono tanti e molti neanche li abbiamo capiti, per cui in sintesi e grazie anche a diversi suggerimenti da parte di amici (speriamo), sostenitori e gente incontrata per strada sono emerse queste proposte che stiamo valutando.

1.       Mantenere i banner nelle applicazioni come sono adesso? Si, pensiamo  di mantenerli. Eventualmente sostituire i meno redditizi m all’atto pratico cambia poco per gli utenti.

2.       Inserire banner più invasivi. A tutta pagina, video, pop-up lampeggianti, avete capito. Forse si, ma dobbiamo valutare i pro e i contro. Di sicuro questi garantiscono guadagni superiori ma non sappiamo di che percentuale parliamo. Magari li useremo per un po’ di tempo per farci un’idea.

3.       Applicazioni a pagamento. Abbiamo già parlato di questo e sapete come la pensiamo. Ma in realtà non sappiamo come la pensate voi. Sareste disposti a pagare una cifra modesta (con vi chiederemo mai somme assurde, si parla nell’ordine di 1-2 euro) per i nostri giochi? E se vi garantissimo delle funzionalità aggiuntive ed esclusive? Non sappiamo quali però. Idee?

4.       E se all’interno dell’app gratuita, tipo Indovinello per dirne uno, ci fosse la possibilità di acquistare contenuti con microtransazioni (da pochi centesimi a qualche euro) per contenuti (tipo sfondi, temi, musiche), aiuti in game (suggerimenti, soluzioni) o altro, quanto potrebbe interessarvi la cosa?

Siamo abbastanza perplessi su questi ultimi 2 punti e vorremmo sapere la vostra.
Rispondete qui o su facebook, grazie a tutti.


Polpetta Games 

Nessun commento:

Posta un commento